Eventi

Per essere informato sui nostri prossimi eventi, puoi iscriverti alla newsletter, unirti al canale Telegram, seguirci su Facebook e su Twitter.
2016Referendum costituzionale: le ragioni del Sì e del No a confronto [2ª edizione]Referendum costituzionale: le ragioni del Sì e del No a confrontoStato contro mercato. Confronto fra Zanonato e DebenedettiPerché i tedeschi hanno ragioneAllenarsi per il futuro. Idee e strumenti per il lavoro che verràOGM tra mito e realtà
 
2015Come l’Isis si finanzia con l’arteI beni comuni oltre i luoghi comuniLegalizzare la cannabis: rischi ed opportunitàPiù comunità e meno Stato per far rinascere la cultura in ItaliaSudditi, tre anni dopo. Con Giannino, Zanetti, Sileoni, SallustiGiovanni Sallusti presenta “Il liberale che non c’è. Manifesto per l’Italia che vorremmo”Contro la decrescita: presentazione del libro di Luca SimonettiL’intelligenza del denaro: presentazione del libro di Alberto Mingardi
 
2014"Potere. La dimensione politica dell'azione umana": incontro con l'autore

 

2016

30 novembre 2016

Referendum costituzionale: le ragioni del Sì e del No a confronto [2ª edizione]

Registrati per partecipare.

 

21 novembre 2016

Referendum costituzionale: le ragioni del Sì e del No a confronto

 

28 ottobre 2016

Stato contro mercato. Confronto fra Zanonato e Debenedetti

 

20 maggio 2016

Perché i tedeschi hanno ragione

Presentazione del libro “Fattore G. Perché i tedeschi hanno ragione”, edito dall’Università Luigi Bocconi, con la partecipazione dell’autore Francesco Cancellato.
In “Fattore G”, dopo un efficace excursus sulle vicissitudini economiche e politiche vissute dai tedeschi in seguito alla caduta del muro di Berlino, l’autore si chiede se la favola della Germania cattiva, che ci obbliga a fare cose controproducenti non costituisca in realtà un grande alibi per assolverci dalle nostre incapacità.
Laurea in economia, Francesco Cancellato da dicembre 2014 dirige il quotidiano online Linkiesta, dopo aver lavorato per dieci anni presso il Consorzio Aaster diretto da Aldo Bonomi.

 

12 marzo 2016

Allenarsi per il futuro. Idee e strumenti per il lavoro che verrà

Presentazione del libro “Allenarsi per il futuro. Idee e strumenti per il lavoro che verrà” con l’autore Pietro Paganini, professore alla John Cabot University e Presidente di Competere.eu.
Il libro punta ad offrire un’analisi delle radicali trasformazioni del mercato del lavoro, tracciando le nuove competenze richieste oggi e quelle che saranno richieste domani, competenze che la scuola non sembra in grado di fornire. Il testo esorta quindi ad un cambiamento forte ed impellente anche in merito ai modelli didattici e pedagogici, troppo obsoleti rispetto alle richieste stringenti del mercato.
Partecipa al dibattito Davide D’Onofrio, direttore di Confapi Padova, associazione delle piccole e medie industrie della provincia di Padova.

 

19 febbraio 2016

OGM tra mito e realtà

Dibattito pubblico sugli OGM promosso da EleMenti Liberali in collaborazione con il Comune di Padova presso l’agorà del Centro culturale Altinate/San Gaetano.
Relatore Giovanni Tagliabue, divulgatore scientifico, che presenta il suo ultimo libro “OGM. Dialogo scientifico-politico su una categoria senza senso”. Filosofo, insegnante, Tagliabue ha competenze in epistemologia delle scienze della vita e in scienza politica.
L’incontro si è svolto nell’ambito della mostra “FOOD. La scienza dai semi al piatto”.

 

2015

12 dicembre 2015

Come l’Isis si finanzia con l’arte

Presentazione del libro “Arte e terrorismo. Sulla distruzione islamica del patrimonio storico artistico” con l’autore Luca Nannipieri.
Il libro è un pamphlet sulla minaccia rappresentata dal terrorismo islamico per il patrimonio storico artistico di civiltà antiche e moderne. L’arte rappresenta per il terrorismo una fonte di sostentamento molto rilevante. Come affrontare il problema? Secondo l’autore la nostra civiltà, da Socrate a Gesù, da San Benedetto a San Francesco, da Beccaria a Capitini, ci offre una direzione.
Luca Nannipieri è saggista, editorialista di Panorama, esperto d’arte e conduce la rubrica “SOS Patrimonio artistico” su Rai 1, al Caffè di Unomattina.
Partecipa al dibattito anche Andrea Colasio, già candidato sindaco per il Comune di Padova.

 

17 ottobre 2015

I beni comuni oltre i luoghi comuni

Presentazione del libro “I beni comuni oltre i luoghi comuni” con il curatore dell’opera, Eugenio Somaini, già professore ordinario di Politica economica presso la facoltà di Economia dell’Università di Parma ed editorialista de Il Foglio.
L’ideologia dei beni comuni è entrata ormai nel linguaggio accademico, politico e culturale. Ma cosa sono i beni comuni? E in cosa si distinguono dagli altri modi di gestire i beni? Cos’ha di diverso e cosa implica una forma di solidarietà basata sul benicomunismo, rispetto alle altre forme di coordinamento sociale?
Partecipa al dibattito Massimiliano Trovato, fellow dell’Istituto Bruno Leoni.

 

29 giugno 2015

Legalizzare la cannabis: rischi ed opportunità

Dibattito pubblico con la partecipazione del senatore e sottosegretario al Ministero degli Affari Esteri Benedetto della Vedova, del dott. Sergio Dini, pubblico ministero presso la Procura di Padova, e del dott. Jacopo Baccarin, medico ed autore di ricerche scientifiche in materia.
L’evento prende le mosse dalla relazione annuale della Direzione Nazionale Antimafia dello scorso febbraio, che a sorpresa ha dichiarato che la battaglia repressiva, allo stato delle risorse disponibili, segna la vittoria della criminalità.

 

19 giugno 2015

Più comunità e meno Stato per far rinascere la cultura in Italia

Presentazione del libro “Libertà di cultura” con l’autore, Luca Nannipieri.
“Meno Stato e più comunità per arte e ricerca” è il messaggio non troppo provocatorio dell’autore, la cui proposta per far rinascere la cultura in Italia fa perno su un cambiamento radicale che dia centralità alla persona e alle libere comunità che nascono nei territori. Dal momento che la cultura non è né un obbligo né un diritto, ma un desiderio, sostiene Nannipieri, nessun museo, biblioteca, archivio, festival o università deve essere preservato senza che siano gli individui e le comunità a volerlo.
Luca Nannipieri è saggista, editorialista di Panorama, esperto d’arte e conduce la rubrica “SOS Patrimonio artistico” su Rai 1, al Caffè di Unomattina.

 

16 maggio 2015

Sudditi, tre anni dopo. Con Giannino, Zanetti, Sileoni, Sallusti

“Sudditi” è un libro che uscì tre anni fa per la casa editrice dell’Istituto Bruno Leoni di Milano. Il sottotitolo eloquente era “un programma per i prossimi 50 anni”. Alla sua uscita, in quel tormentato 2012, il libro suscitò un certo scalpore, ma anche grandi speranze. In venti brevi capitoli, venti autori, di estrazione politica trasversale, coordinati dal professor Nicola Rossi, delineavano un articolato programma di riforme per il Paese: dal fisco alla sanità, dall’energia alla pubblica amministrazione. Filo comune ad ogni proposta, una nuova concezione del rapporto fra Stato e Cittadino. Cosa è stato attuato di quelle ricette?
Ne abbiamo parlato con il giornalista economico Oscar Giannino, l’onorevole Enrico Zanetti e Serena Sileoni, vicedirettore generale dell’Istituto Bruno Leoni. Ha moderato il dibattito Giovanni Sallusti, direttore del quotidiano online L’intraprendente.

 

27 febbraio 2015

Giovanni Sallusti presenta “Il liberale che non c’è. Manifesto per l’Italia che vorremmo”

Presentazione del libro “Il liberale che non c’è” con uno dei curatori dell’opera, Giovanni Sallusti, direttore del quotidiano online L’Intraprendente.it.
Vent’anni fa, caduti i muri mentali e fisici, ci dicevamo tutti liberali. Poi, in seguito alla crisi finanziaria mondiale, abbiamo cominciato a imprecare contro il mercato, la finanza e il neoliberismo. Il che è alquanto paradossale in un Paese come il nostro che è sopraffatto da lobby, corporazioni, protezionismi, e che una «rivoluzione liberale» non l’ha mai conosciuta. Tuttavia, sarebbe un errore pensare che il problema sia solo economico o politico: si tratta anche di un deficit storico di cultura liberale, che ci rende diversi dalle altre realtà occidentali. Questo libro si propone di offrire una radiografia minima e documentata di questo nostro ritardo culturale, attraverso una disamina dei settori più importanti della società.

 

30 gennaio 2015

Contro la decrescita: presentazione del libro di Luca Simonetti

Presentazione del libro “Contro la decrescita” con l’autore Luca Simonetti.
“Contro la decrescita” si propone un compito tanto necessario quanto controcorrente: smontare il mito della decrescita come visione alternativa della società rivelandone di volta in volta i numerosi luoghi comuni, le ingenuità o addirittura la malafede.
Luca Simonetti (1964), avvocato, vive e lavora a Roma. Nel 2010 ha pubblicato “Mangi, chi può. Meglio, meno e piano. L’ideologia di Slow Food”.

 

16 gennaio 2015

L’intelligenza del denaro: presentazione del libro di Alberto Mingardi

Presentazione del libro “L’intelligenza del denaro” alla presenza dell’autore Alberto Mingardi.
Il sottotitolo del libro – «Perché il mercato ha ragione anche quando ha torto» – chiarisce subito l’intento dell’opera, ossia spiegarci che il denaro è più o meno una merce, mentre il vero processo rivoluzionario è il mercato, e il suo funzionamento è quello che Mingardi guarda, legge e spiega in modo fresco e inusuale per l’Italia.
Mingardi racconta attraverso la nascita dei primi e pesanti telefoni cellulari la metafora del mercato, il suo senso più profondo. Il mercato non è un progetto, è un processo che si nutre di due condizioni fondamentali dell’antropologia: l’ignoranza e l’incertezza.
Alberto Mingardi è Direttore Generale dell’Istituto Bruno Leoni e Adjunct Scholar presso il Cato Institute di Washington DC.

 

2014

13 novembre 2014

“Potere. La dimensione politica dell’azione umana”: incontro con l’autore

Presentazione del libro “Potere. La dimensione politica dell’azione umana” alla presenza dell’autore Lorenzo Infantino.
Professore Ordinario di Metodologia delle Scienze Sociali presso il Dipartimento di Impresa e Management della Luiss Guido Carli e Presidente della Fondazione Hayek Italia, Lorenzo Infantino ha da sempre dedicato la propria ricerca accademica all’approfondimento delle tematiche tipiche della cultura liberale. “Potere” è la sua ultima opera e costituisce un riuscito tentativo di andare alla radice delle relazioni fra esseri umani da cui traggono origine i rapporti di potere, spiegando in tal modo da dove nasca lo stesso potere dell’apparato pubblico e quali debbano essere gli accorgimenti per limitarne la degenerazione.