21 Feb

Il Mattino di Padova, 21 febbraio 2016

Il Mattino di Padova, 21 febbraio 2016

Venerdì scorso l’associazione EleMenti Liberali ha organizzato al Centro Culturale San Gaetano un dibattito sugli OGM. Il relatore, Giovanni Tagliabue, si distingueva per la sua obiettività. La sua tesi molto semplice: non ha senso essere a priori a favore o contro il metodo di selezione OGM. Si devono giudicare i risultati e scartare i prodotti malriusciti o dannosi. Proprio come nelle tecniche di selezione ed incrocio tradizionali. A metà dibattito un gruppo di antagonisti per partito preso ha iniziato a contestare ed interrompere il relatore. Ad ogni replica motivata e documentata di quest’ultimo, la risposta dei no global è stata sempre e solo una: raccontate fandonie. Senza alcuna argomentazione. Senza alcuna voglia di confronto. Senza alcuna propensione all’ascolto. Solo cieca e misera contestazione per partito preso. Quando è stato chiesto loro cosa fossero venuti a fare al dibattito si sono alzati e se ne sono andati lanciando i loro fogli di carta preparati apposta per inscenare la protesta. L’ideologia può essere una brutta bestia. È una miseria, però, che dei ragazzi possano essere così annebbiati da rifiutare ogni ragionamento. Vuoi fregare il sistema? Studia. Adagio popolare sempre più d’attualità.